Bei fatti

Bei fatti

 

Non si possono avere dei gesti puliti, senza strascichi di rimorsi o rimpianti?
Se hai fatto qualcosa, puoi pentirti di averlo fatto,
e altrettanto per non averlo fatto: a caso potevano esser giusti e fatto ed azzardo.
Con un tuffo dal trampolino so quel che rischio: è fatto apposta.
Se salto da una rupe a casaccio, mi provo quanto posso esser sventato.
Posso desiderare qualcosa a rischio della testa, tanto mi vale.
Ma se mi spacco la testa su un masso del fondo, non è stato coraggio.

È invitante il laghetto sotto la cascata: rinfresca, ristora, rinfranca.
Vi posso entrar dalla riva, tranquillamente, senza gettarmi dall’alto.
Oppure posso aspettare disteso sull’erba, beato, che qualche ninfa mi chiami.
È l’acqua che vuol sentire il tepor del mio corpo diguazzante leggero
e mostrarmi limpido il fondo e i raggi che si frangon entrando dall’alto.
L’acqua stessa mi invita a restare, lo sento da come tutto m’avvolge,
da come mi scorre dalle spalle lungo la schiena, da come mi regge.
Dico che è lei che m’arruffa i capelli e li riavvia, come li avesse leccati un vitello.

I tuffi ed i giochi mi tolgon le forze, mi stendo sul verde, mi asciugo e riposo.
Ridivento robusto, con una forza nuova e fresca, ritemprato.
Non c’è voluto audacia, non c’era pericolo: ho atteso che fossi chiamato.
Adesso non è la stagione, la cascata è gelata, la si potrebbe scalare.
Dintorno c’è neve, non mi posso sdraiare; le ninfe riposano.
Verrà la bella stagione, coi primi crochi e narcisi, e i mille gorgheggi.

Un fatto non può esser disfatto, rimane una targa d’ottone sul luogo,
un cuore d’argento “per grazia ricevuta”, non i fiori rotti di un vecchio incidente.
Di solito sono i fatti che richiedon la nostra presenza, che ci chiamano in lizza.
Quei fatti son senza rimpianto e senza rimorsi: in eterno ben fatti. Bei fatti.

 

Cremignane, 9 febbraio 2015 (06:55)


Legati nel sonno Troppo giusto


Creative Commons License

Bei fatti by Vittorio Volpi
distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.

On line dal 9 febbraio 2015

Copyright © Vittorio Volpi - 2015