Evoluzione

Evoluzione

 

«Il sangue mi si ispessisce nelle vene, pieno di forza,
di voglia di fare: vedrò poi che cosa, non sto nella pelle.
Il sesso mi mette in frenesia, dopo anche mi calma.
Tutto mi piace: la salita affannata, la fatica e lo sprone,
la fitta odorosa pineta, i massi affioranti ed i muschi,
terebìntina (1) resina gemicante da rugose cortecce, dal vivo del legno,
fino ai pascoli in colma, ai rododendri, ai buffi (2) ascendenti.
E io che son tutto calore e sudore e il sole che leggero mi scotta.

Ah, l’arrivo! La fatica gratuita che si evolve in immediata mercede.
C’è una lunghezza d’onda che s’infila nel caos di tutte le altre,
ha una sua logica certa e possente, che imbutisce (3) le coordinate del tempo.
Mi è mutato persino il senso del tempo: è più veloce, ma ho tempo per tutto.
Soprattutto per me: inseguo miei estri improvvisi, idee peregrine,
la voce di un uccellino che m’invita a seguirlo e in tutto mi fido.

Mi s’è acceso un me stesso magnetico, attraversato da tipi di forze diverse.
Una burrasca continua di flutti e venti contrari: eccomi Ulisse,
nudo e stremato, sospinto come un relitto, ma ancor quanto vivo!
Una turbina m’aspira dentro la vita, m’avvolge e rivolge.
E quando cessa il risucchio mi trovo che ho fatto gran viaggio.
Dopo un po’ di ristoro, mi muovo nell’isola a veder se c’è Venerdì.

Strampalata la vita, ogni giorno un santo diverso, anche più d’uno.
Sono una chiglia d’acciaio, macchine a cento (4), esploro il mio mondo.
Dove sono i leoni? (5) Anche lo Yeti devo andare a trovare: abominevole, perché?
E l’uomo nero, gli abissi, tutti i serpenti, i burroni, i fantasmi...
Tutto quel che finora m’ha fatto fiòla paura... (6) e ora persino m’attira.»

 

(1) Aggettivo da terebinto da cui la trementina. Latinismo, anche nella pronuncia.
(2) Folate di vento.
(3) Come nelle rappresentazioni dei pozzi gravitazionali o dei paraboloidi di Flamm (appunto imbutiformi) che visualizzano la curvatura spazio-temporale del piano euclideo che aumenta con la massa.
(4) Al massimo.
(5) Come sulle antiche carte geografiche: Hic sunt leones.
(6) Espressione dialettale italianizzata: pura fiöla (bergamasco, Tiraboschi).

Cremignane, 12 gennaio 2013.

 

 

Desiderio e amore: la livrea delle parole Quasi lo stesso mistero


Creative Commons License

Evoluzione by Vittorio Volpi
distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.

On line dal 12 gennaio 2013

Copyright © Vittorio Volpi - 2012