Il mondo di un cortile

Il mondo di un cortile

 

Sempre più mi meraviglia constatare un gran paradosso:
che le radici dell’uomo sono nella sua infanzia,
che una spiga nasce da un seme che deve morire, ma ne produce altri cento.
Isolati nel nostro mondo infantile cresciamo non condizionati,
ma crescere vuol dire passare incondizionati attraverso i compromessi.

Si ha pur bisogno della società, quasi a confermarci che ci sappiam confrontare.
La nostra identità non è quella del personaggio che dobbiamo interpretare,
ma quella del ragazzino che gioca a biglie finché non è stanco;
non rischia le proprie per vincerne altre, ma perché si diverte giocando.

Le ginocchia nude lasciano un’impronta nella sabbia, sabbia gli s’imprime nella pelle.
Duole l’unghia del medio per il susseguirsi dei colpi, ma non ci fa caso.
Teso ed attento: ad ogni tiro, anche degli altri, in petto ha un’emozione diversa.
Il muco gli cola dal naso, fino all’ultimo si trattiene una pisciatina nell’angolo
Questo il bambino che ero, tutto dentro quel che faceva, perso ed assorto, forse stregato.
Regole ferree (“mia bu mòs, castàn an büda!”) e sono il senso del gioco, per tutti;
la misura della mia abilità, del confronto con altri, del vincere e del perdere.

Poi cresciamo e siam fabbri del nostro destino, sempre facciamo tinnire gl’incudini.
Sembra tutto ancora lo stesso, ma il gioco è diventato un lavoro, la vita una recita.
Nel gioco che abbiam dovuto abbandonare è rimasta la nostra autenticità:
larghi pantaloncini di tela grezza con bretelle abbottonate della medesima stoffa,
zoccoletti di legno chiassosi e tasche rigonfie di biglie e “cristalli”, i vinti e i perduti.

A casa una merenda veloce con pane, zucchero e burro: tutta qui quella vita.
In testa il senso deciso e preciso dei fatti: gó de nà a giügà! E via di nuovo.
Quel bimbo che ricordiamo siam stati è ancora lì: misura e paragone.
Siam stati grandi eroi, inconsapevoli, il mondo grande non più di un cortile.

 

Cremignane, 3 marzo 2015 (2:50)


Troppo giusto La divina mansuetudine degli animali


Creative Commons License

Il mondo diun cortile by Vittorio Volpi
distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.

On line dal 3 marzo 2015

Copyright © Vittorio Volpi - 2015