Acque

Acque

 

Totalmente abbandonato, passivo alla tua presenza, alla tua azione,
sento cellula per cellula il bene compatto che mi vai diffondendo.
La tua presenza mi armonizza come fossi un cristallo, pitagoricamente,
mi seda come le acque di un laghetto dopo una preghiera comune.
Questo mi operi, così mi cambi, dopo che anch’io mi son ripulito:
sono acqua sorgiva, vivace e canterina, fresca e levissima.

Mi entri sottile, mi tendo e rigonfi le cellule e son degli esagoni,
un alveare dolcissimo e vibrante di vita operosa e ordinata.
Un lieve solletico fra le membrane: rispondono attente, eccitate:
«Che c’è? qual novità? Il Signore ci vuole, è in vaniente deliquio».
C’è tutto un ventilare di ali, una pompa che aumenta l’afflusso del sangue.

Mi fai sentir bene, tu per primo: è così che mi nasce il volerti bene a mia volta.
Sono egoista, geloso d’un qualcosa che sento più vivo della stessa mia vita.
Su un piano diverso, al di fuori di me: lì non giunge la mente.
È il legame con te, un legame che mi fa libero, pulito, leggero.
E così vedo che sei anche tu: un suono continuo e più intenso,
tutto legato e sfiorato come fa il batacchio delle campane del Tibet.
Un suono che s’affonda nel braccio, che stringe le tempie,
e pur tutto è fluido, vellutato, armonizzante, più buono che bello.

Sei l’acqua pulsante e sensibile di cui sono fatto: il tutto e le gocce.
Arriva una scossa pur tenue, precipitano le particelle sospese che intorbidano l’acqua,
s’allimpia il laghetto di sue risorgive segrete e scorrono via.
Son divenuto quest’acqua, mi sento nuovo come or ora creato.
Tu mi ricrei, mi riposi e ristori. Son soddisfatto di te.
Questa è la tua presenza. Questo il bene che mi fai
(e che senz’altro anche mi vuoi).

 

Componimento ispirato alle ricerche dello scienziato giapponese Musaru Emoto sulla cristallizzazione delle gocce d’acqua.

Cremignane, 4 luglio (9:20)

 

 

Il dono dei fatti La mia prima ombra


Creative Commons License

Acque by Vittorio Volpi
distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.

On line dal 4 luglio 2013

Copyright © Vittorio Volpi - 2013